caricamento

Musica!


Sulla scia del grande successo riscosso dalla rassegna di incontri “La Musica e la sua Storia”, proposta a Palazzo Ducale da gennaio a marzo 2010, 2011 e 2012, la Scuola Musicale Giuseppe Conte propone presso Palazzo Rosso (Via Garibaldi 18), con il sostegno del Comune di Genova, il progetto “Musica!”: otto appuntamenti pubblici - presso il Cortile, o l’Auditorium in caso di maltempo, dello splendido palazzo di Strada Nuova - con “l’Arte dei Suoni”, le sue figure, i suoi strumenti, i suoi interpreti.

Da venerdì 15 giugno a sabato 28 luglio 2012, con cadenza settimanale e un doppio appuntamento a inizio luglio, otto concerti, a volte la sera (ore 21) a volte pomeridiani (ore 17.30), sempre con ingresso libero e gratuito, proposti come occasione di conoscenza e approfondimento di diversi generi musicali e di grandi temi di interesse e fascino: dalla cosiddetta musica classica alla lirica, dalla musica popolare al jazz. Spazio particolare sarà dato a giovani artisti emergenti, talenti che hanno a volte difficoltà a proporsi e a farsi conoscere dal grande pubblico.

Onde ulteriormente promuovere l’opportunità offerta dall’apertura serale dei Musei di Strada Nuova il venerdì, i primi quattro appuntamenti si svolgeranno in tale giornata, mentre i successivi il sabato.


Questi gli appuntamenti:

Venerdì 15 giugno, ore 21
Paganini, questo sconosciuto!
Le stupefacenti rivoluzioni nella tecnica violinistica e l’influenza dell’artista nel mondo musicale contemporaneo e nella storia della Musica!

Venerdì 22 giugno, ore 17.30
Storia della Banda e storie di Banda!
Un percorso nella storia della banda come formazione musicale, non solo popolare, per accompagnamento nelle feste tradizionali, complesso di fiati e percussioni destinatario di composizioni appositamente create, e scopriamo come oggi si suona e si vive musicalmente all’interno della banda, dove a volte nonni e nipoti si trovano fianco a fianco a fare Musica!

Venerdì 29 giugno, ore 21
Jazz!
Musica colta e improvvisazione unite in un indissolubile rapporto. Spartito e “soul”. Nota scritta e nota creata al momento. Swing e free. Forse il genere musicale che più rappresenta le mille facce della nostra società. Perché il Jazz non è solo musica che proviene da oltre oceano. Là è nata, ma poi, come un potentissimo virus, si è trasmessa ovunque per la forza è la capacità di essere amplificazione dell’anima in Musica!

Venerdì 6 luglio, ore 17.30
Legni!
In orchestra la famiglia dei legni non è numerosa come altre parti, ma ha particolare importanza. E particolarmente importante è la produzione di brani ove gli strumenti quali flauto, oboe, clarinetto e fagotto fungono da solisti. In questo appuntamento ascoltiamo proprio alcuni significativi passi tratti da alcune di queste composizioni, principalmente per flauto, eseguite da giovani artisti, insieme per fare Musica!

Sabato 7 luglio, ore 17.30
Ottoni!
Che cosa sarebbe la marcia trionfale dell’Aida senza trombe? O la corsa di un gruppo di bersaglieri senza accompagnamento musicale? O una banda senza ottoni? E, allora, diamo il giusto spazio a Trombone e Tuba in questo appuntamento che li vede protagonisti assoluti, così come accade nella musica che ascoltiamo quotidianamente. Spesso associamo il trombone alla musica jazz e la tuba alla musica popolare; in questo appuntamento li ritroviamo nel mondo classico, per capire quale sia il loro valore nella Musica!

Sabato 14 luglio, ore 17.30
Fisarmonica!
Funambolico, allegro, danzante, quanti aggettivi sono spesso utilizzati per la Fisarmonica o per gli esecutori di questo splendido strumento che si fa solista e orchestra al tempo stesso, che può accompagnare o essere accompagnato. Incontriamo in questo appuntamento un vero virtuoso di questa piccola grande tastiera, che sa realizzare incredibili agilità su tasti tanto piccoli quanto grandi sanno essere le note e le melodie che trae per fare grande Musica!

Sabato 21 luglio, ore 17.30
Sabato 28 luglio, ore 17.30
Lirica!
Italia Patria della Musica, e in particolar modo della Musica Lirica, è un luogo comune che fa piacere alimentare, perché deve giustamente inorgoglirci. Dovremmo più spesso ricordarci che Adagio o Allegro o Vivace o Andante, che ci aiutano a definire il carattere della musica, si scrivono in italiano ovunque. E quando il canto, uscendo dall’ambito della liturgia e dell’intrattenimento, è approdato alla rappresentazione scenica parlava ancora italiano, come nel brano di apertura, omaggio all’immenso Mozart, composto su testo di Lorenzo Da Ponte.
Proseguiremo, quindi, attraverso un florilegio di brani famosissimi, per giungere nel secondo appuntamento alla parte della Musica Lirica forse più conosciuta come patrimonio, a volte inconsapevole, di ciascuno di noi. Non più celebrata nei soli teatri d’opera, ma ora sempre più spesso “saccheggiata” per l’utilizzo in pubblicità, colonne sonore e così via.
Riascoltiamola in compagnia della freschezza di alcuni giovani cantanti; e utilizzando l’usuale chiosa dei messaggi o la formula di saluto tra coloro che fanno della musica professione, passione e hobby vi diamo appuntamento A presto con la nostra Musica!

 

Commenti

Nessun commento

Inserisci commento

Per inserire i commenti necessario aver fatto il login.